sabato 30 giugno 2012

Balla l'amore




Balla la bella femmina

va in scena, canta la sua poesia ,

canta i suoi anni

che mai faran ritorno.

Darai il tuo futuro

a un amore grande

e ne coglierai pregi,

le limpidi nubi e le tue ombre.

Sentirti dentro è come un tuono,

è come precipitare nella marea

dei riproporsi e dei ricominciare ,

in questa era che incede l‘indicibile .

Io spettatore senza occhiali

ti vedo al buio ,

ti vedo solo con il cuore

con le parole ti trasmetto le mie melodie .

Ballo nel silenzio per non far rumore

per te che mi vuoi sentire ,

rinasci con me

col fiato grosso segui il mio respiro .

Ti assaggio vita !

Mia amata, frutto d’ogni scopo ,

mia compagna di attimi fugaci

e di maliziosi baci.

Balla l’amore!

Nelle tempeste azzurre,

nei cicloni dell’estate

su spiagge ad accendere sorrisi.


 
Poetanarratore.

Nessun commento:

Posta un commento