mercoledì 26 dicembre 2018

NON TOGLIETEMI L'ARIA.

Non toglietemi l’aria .

A volte il destino è strano
come le inaspettate cose ,
è come se qualcosa entrasse prepotentemente dentro
poi scompare senza far rumore .
Attimi di magia che folgorano l’incanto
e la mente vola alto coll’amore  …
Inerzie che non hanno freni  e ne rotaie ;
hanno  un chiodo infisso contro un muro .
Hanno la convinzione che qualcosa accade
poi pensandoci bene è solo fumo ,
è olezzo viziato dal mio desiderio ;
da stupidità di credere all’amore .
Non toglietemi l’aria
voglio respirare !
La voglio fresca  e stare bene …
con me stesso, in’una stanza senza luna .
Mi fa pensare alle idiozie e vagheggiare :
a te, l’impossibile amore …
A quanto sono primitivo ;
a credere ancora alle favole .
Ma io vado oltre ogni aspettativa
mi redimo e vedo amore …
Voglio andare dove non c’è più sole;
vedo te, il sol pensiero .
Credo d’essere un folle , forse cocciuto
e la pazzia mi rende cieco  ,
mi fa vedere l’irraggiungibile fato
ove non c’è una via d’uscita  .
Chiedo l’impossibile al mio istinto naturale
mai sarò goccia per la neve,
sconsolato e rassegnato mi ricredo
nel veder cadere una lacrima nel vuoto.

Vi prego …
Non toglietemi l’aria !


Giovanni Maffeo Poetanarratore .

TUTTO PASSA .

Tutto passa .

Gli ultimi rintocchi han chiuso la novena
la liturgia ove l'omelia è la preghiera universale …
quella  che per molti han creduto al messia 
hanno creduto alla magia di Natale .
Tutto passa ,anche la redenzione si attenua
si crogiola fiera la parola dei buffoni,
nel buonismo le false intenzioni
per gli ipocriti è la loro maschera .
Ma poi , tutto passa !
Tutto torna come prima …
si resta a mani vuote nel delirio
liberi, sciolti da ogni desiderio .
Anche tu che hai udito l’avido verbo
ti allontani da me ,ed io resto solo ,
ho creduto , amato a vaghezze risolute ,
a sospiri inutili persi tra le nuvole .
Dove sei , tu, che il mondo mio consoli ?
Tu che smuovi oceani
rendi vere le mie favole …
in me la terra lieviti  ,
bussi forte al mio cuore .
Tutto passa ,tutto si riduce
tutto si frantuma nell'incubo dei sogni ,
tra le belle scene e le illusioni
a terra si cade ,nella rete si rimane .


Giovanni Maffeo Poetanarratore .

mercoledì 12 dicembre 2018

MI UBRIACO DI FOLLIA.

Mi ubriaco di follia .

Ho combattuto lotte inutili
tra i rami secchi della vita ,
le inutili facce  bronzee …
facce di corvo con volti da vampiro ,
con denti aguzzi e veleni di serpente .
Ubriaco di follia replico il sogno
sbavo bava , dall'insonnia sputo la mia sentenza :
tu che scagli pietre presto verrà la tua sorte ,
minacci l'ingiuria e stirpi i buoni dei celesti
ammali le parole col lo scettro del potere .
Mi rivelo si , alle acute sofferenze
stanotte alla sibillina e cristallina luce ,
tra le fauci di una folgore la psiche di un bacio ,
nero mi farò ad ululare requie
sulla tomba di un lupo ululo perdono.
Mi ubriaco di follia ,io l'animale !
Il poeta senza cuore …
lo spezzato approdo che si lega al grido
ai nati sotto la buona stella .
Alle vergini immacolate
a te , rovescio di medaglia ,
a te , che organzi , orgasmi sulla terra .
Mi ubriaco di follia ,statemi lontani !
Io il male , non vi perdono ,
io la Mantide religiosa incarno specie
distruggo il coito alla vita .
Fuggi da me lepre ,da un ubriaco folle
folle d'amore ,pazzo per volersi innamorare,
visionario senza gloria veli abbaglia
venite a me , a me pietose ,chi mi vede .


Giovanni Maffeo Poetanarratore .

domenica 9 dicembre 2018

COME CERA TI SCIOGLI .

Come cera ti sciogli .

(Sonetto )


Dal  fatal destino nasci pianto
come cera sciogli i passati sogni ,
nei tuoi corteggi i fasulli canti
all’amor neghi il doloroso urlo.


Ed è di cera l’orchidea del fu bacio
a vagar mi fai il nulla crei ,
l’egoismo ,in te l’anima abbui
sotterri il seme ch’è già fu melo.


E dal mio vagheggiar ne faccio ingegno
tu ne approfittasti con l’ingiusta flemma,
come licantropo mutasti il sogno.


Hai tuonato cieli eterni !
Fermar non puoi il folle sentimento,
il tuo amore come cera sciogli .


Giovanni Maffeo Poetanarratore .

lunedì 26 novembre 2018

NON SI MUORE PER AMORE .


Non si muore per amore .

La vigliaccheria gira tra la gente
pur di farsi notare fanno a gare di sapere ,
si posano ,si vendono a buon mercato
con facce idiote tirano a se il già venduto .
Ma andate al Diavolo !
Non si muore per amore , è tutta scena :
è come abortire le pietose lacrime
che dal falso viso scendono inutili .
Non si muore per amore
altro ci vuole per crepare ,
per dannarsi e sporcarsi di vergogna
altro ci vuole per essere sincero,
per riporre nei perigli i funebri orgogli .
Non si muore per amore
a fare vibrare di passione il dorso dei cocciuti ,
degli insipidi abbagli ,bianchi e smorti sogni
a esondare sangue nei ruscelli puri e ghiglie .
E' solo abisso tra i miseri , tra le vittime l'odio
s'inclina l'anima redenta ,fuma fuoco ,
geme ostinate essenze nel dispotico cranio
verso il cielo lancia l'atroce urlo .

Vergognatevi falsi ipocriti !

Giovanni Maffeo Poetanarratore .