sabato 14 aprile 2012

Visioni





Nella fioca luce vedo la mia bara,

il malefico pensiero mostri mi fa vedere:

visioni che col tempo diventan vere

come se con te le avessi già vissute.


Non si ferma il tempo!

Si volta pagina :

da me solo sesso hai voluto,

a una vita sempre più rapace.


So che il mio egoismo è pietoso!

Come te ha fame di peccato …

Mai sazio mi affamo di passione

ad oggi con te è pretesa rara.


Furono anni in cui ebbi la tua croce ,

sul tuo corpo nudo baciavo la tua pelle ;

Assaggiai la femmina ribelle.

Fosti vera, ora carne da macello.


E fui profeta di un nulla!

L’amante che voleva essere a te legato,

lo sciocco credulo ,l'innamorato!

Non mi accorsi d’essere da te usato.


E percepii i luminosi accenni !

Fu realtà che ci portò a fantasticare abbagli.

Possedemmo il goduto ,

ci rese ciechi l’amaro pane .


Poetanarratore .

3 commenti:

  1. sempre unico ed inimitabile !!! ciao Gio' e grazie anche per esser passato in a.e. ;-)

    RispondiElimina
  2. felice di essere musa con le altre amiche di alter ego! :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il mio rispetto per te è grande amica mia!

      Elimina