mercoledì 1 giugno 2016

Lei non sa che la vivo

Lei non lo sa che la vivo
Anche tu sei l’amore , mare !
A me proibito che vengo dall’ignoto ,
A me eluso , per il troppo entusiasmo ;
Per avere acceso fuochi tempestosi .
Oh mare ! Ti paragono a colei che ama :
A lei , non sa che la vivo
Che rende nuovi i giorni miei ;
Dà brio alle tante vite .
Ed io le scrivo poemi d’amore ,
La penso nelle ore della sera ,
Nella febbrile essenza amore stillo ;
Sposo albe coll’anima che si snuda .
Lei non lo sa che possiede l’arma del perdono ,
Porta con se l’oro dell’estate
Il paradiso è il suo corpo nudo ;
Ha il viso di un angelo smarrito .
Lei non lo sa che la vivo da lontano !
Che fremo col pensiero mio meschino ,
Tra i canti delle instancabili cicale ;
Nei momenti di sfiducia e malinconia .
Sei bella donna ,tanto cara !
Il mattino ti somiglia …
Accendi torce a nervi tesi
Nell’azzurro , al rosso sole .
Somigli ai bozzoli di farfalla
Si schiudono e voli
Ai battiti sgargianti ,
A un paesaggio che si vede in cartolina .
Lei non lo sa che la vivo
E in segreto l’amo
Lì la luce acceca il vuoto ;
Il cuore mio , silenzio preme .
Poetanarratore .

Nessun commento:

Posta un commento