sabato 16 maggio 2015

D'ombre il mio fluire


Copioso scorre il sangue dalle mie vene

s’adombra nel mio fluire ,

s’appaga senza strepito ,

consuma l’ardente fiamma

ove un giorno sarà inferno .

Tu divori il mio eterno , donna !

Il gesto azzardante che fu per me olimpo ,

il mio cuore , la mia anima ,il mio perdono …

Divori i miei pensieri

dov’io tuono e spando .

Ispiro contrasto dalle tenaci intese :

sei linfa , la mia voglia ,

mi sbatti in faccia risacche di paure ,

la mia pelle si squama e si cela ;

s’impregna di viscido odore .

È d’ombra il mio fluire …

Nella sequela del tempo stipato torna ,

rifiuti di bava sbollino parole ,

han represso l’alito dei cieli

le acide scorze del bene e del male .

E sono vivide le fiamme !

Azzardano nuovi incontri …

Tra il desiderio l’azzurro sorge ,

s’affaccia all’inevitabile ;

si volta pagina per non dimenticare .

Poetanarratore

Nessun commento:

Posta un commento